Apnee notturne: iscriviti al corso gratuito e partecipa alla campagna di informazione per imparare a combatterle

Apnee notturne: iscriviti al corso gratuito e partecipa alla campagna di informazione per imparare a combatterle

Un corso gratuito per acquisire le competenze di base per affrontare in modo professionale e preparato i disturbi respiratori ostruttivi nel sonno e fornire ai nostri pazienti l’ennesimo buon motivo per venire nei nostri studi. “Odontoiatria e disturbi del sonno: prospettive professionali e terapeutiche (OSAS 1)” è proprio questo, consente di ricevere 5 crediti formativi ma soprattutto di entrare a far parte della squadra degli studi ANDI che il 16 aprile, in occasione della Giornata Mondiale del Sonno, saranno aperti ai cittadini che vorranno fare un primo esame di screening e ricevere informazioni sulla Sindrome delle apnee notturne.

Una volta terminato il corso, ogni socio riceverà una comunicazione che darà diritto ad aderire alla seconda edizione della campagna Allarme apnee notturne e la possibilità di vedere inserito il proprio nominativo, e indirizzo dello studio, nell’elenco di quelli aderenti e consultabili da tutti sul sito di Fondazione ANDI. Per far conoscere l’iniziativa è già attiva un’importante campagna sui principali social.
Il 16 marzo i cittadini potranno così recarsi negli studi associati ANDI e ricevere corrette indicazioni e sottoporsi a questionari dedicati a seguito dei quali i casi positivi verranno rinviati a centri specialistici del sonno per esami più approfonditi e per la definizione di terapie mirate.

Oggi l’odontoiatra può davvero avere un ruolo importante come “sentinella epidemiologica” provvedendo, per quanto di sua competenza, all’individuazione delle persone a rischio e alla eventuale presa in carico terapeutica di chi è soggetto alle apnee ostruttive. Un numero sempre maggiore di studi ha infatti dimostrato che l’odontoiatra, con la prescrizione dei cosiddetti dispositivi intraorali (MAD), può intervenire terapeuticamente nelle forme lievi e moderate dell’OSAS in alternativa a presidi come la CPAP.

Unisciti ai tanti Soci che hanno già aderito e aiutaci a combattere la scarsa informazione sulla Sindrome delle apnee notturne. L’unione fa la forza, per questo ti invitiamo a frequentare il corso, clicca qui per iscriverti.