CSO - Collaboratore di Settore Odontoiatrico

Informazioni su CSO - Collaboratore di Settore Odontoiatrico

In chiusura di 2018, promosso e fortemente sostenuto da ANDI, è stato siglato il protocollo d’intesa relativo alla istituzione della nuova figura del Collaboratore di Settore Odontoiatrico (CSO) nell’ambito del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) per gli Studi Professionali, accordo siglato con la firma fra Confprofessioni, l’ente datoriale confederale cui fa riferimento ANDI, e le organizzazioni sindacali (OOSS) FILCAMS CGIL, FILCAMS CISL e UILTUCS.

La nuova figura del CSO si inquadra nel generale progetto sindacale ANDI a sostegno del lavoro nello studio odontoiatrico e, nel caso specifico, si prefigge di mantenere la regolarità delle attività lavorative   superando le difficoltà legate alle rigidità e alle lacune presenti nel DPCM con il quale si è definito il ruolo della figura di ASO (Assistente di Studio Odontoiatrico). La nuova figura CSO non nasce infatti in contrapposizione alle ASO, come da qualcuno ritenuto, ma è stata ideata per superare i problemi che in larga parte d’Italia si verificheranno al momento in cui non siano presenti sul territorio ASO disponibili in numero sufficiente per incarichi di lavoro permanenti o, soprattutto, per supplenze temporanee.   È quindi oggettivo riconoscere nel nuovo assetto una risposta coerente alle necessità della continuità di lavoro nello studio odontoiatrico, nel quale potranno quindi coabitare entrambe le figure ASO e CSO. Il nuovo ruolo CSO è una soluzione già da ora utilizzabile, e risulta che in molte parti d’Italia sia già stato assunto personale con tale qualifica, in grado di supportare pienamente l’Odontoiatra nella sua attività quotidiana.

La formazione del CSO  potrà usufruire delle agevolazioni legate all’apprendistato professionalizzante nonché delle risorse economiche appositamente messe a disposizione da EBIPRO e da FONDOPROFESSIONI, laddove il collaboratore di settore odontoiatrico sia iscritto al contratto degli studi professionali e alla bilateralità del sistema Confprofessioni (chiedere espressamente al proprio consulente del lavoro di inserire nel modello UNIEMENS l’adesione del lavoratore agli Enti E.BI.PRO (codice ASSB) ; CADIPROF (codice ASSP)  ; FONDOPROFESSIONI (casella “FondoInterprof”, opzione “Adesione“,  codice “FPRO” seguito dal numero dei dipendenti)

La figura del CSO, così come concepita e normata, è assolutamente lecita e legittima e costituisce una concreta opportunità per l’Odontoiatra alla ricerca di nuovo personale di studio.