Salute: smartphone in mano 22 minuti dopo il risveglio? E' malattia

Nell’arco della giornata tutti i ‘tic’ di chi è troppo dipendente dal cellulare e dal web

Roma, 22 feb. (AdnKronos Salute) – Con un occhio sul caffè e l’altro sul display del cellulare per leggere mail o l’ultimo post sui social. Controllare il telefono anche di notte, addirittura addormentarsi con il cellulare in mano, oppure precipitarsi a prenderlo appena svegli. Sono alcuni dei ‘tic’ che evidenziano la possibilità che, in alcuni casi, internet possa diventare una malattia. E’ quanto ha rivelato un’indagine di Deloitte del 2016 condotta in 31 Paesi con 49.500 interviste tra cui 2000 in Italia, presentata oggi allo #Sconnessiday al ministero della Salute. Ebbene, il 57% controlla il telefono entro 22 minuti dal risveglio; l’83% legge le email di lavoro durante la notte; il 37% controlla le notifiche sul cellulare nel bel mezzo della notte.

Durante il giorno il 92% utilizza il cellulare a lavoro e il 59% controlla il telefono oltre 200 volte al giorno. L’80% si addormenta col cellulare il mano e il 21% di sera guarda film o serie tv in streaming o in diretta.