ENPAM conferma rinvio al 30 settembre

ENPAM conferma rinvio al 30 settembre

Fondazione ENPAM ha ratificato nel corso del CdA odierno il rinvio al 30 settembre p.v. della trasmissione dell’ammontare dei redditi 2018 tramite il modulo D, la cui scadenza era prevista x 31 luglio, in linea con gli slittamenti previsti dal DL 34/19 che, dopo il voto definitivo del Senato, spostava a tale data i versamenti IRPEF 2019 sui redditi 2018, “Ringrazio il Presidente Oliveti e tutto il CdA di Fondazione ENPAM per la sollecitudine con la quale ha dato soluzione a un problema che coinvolgeva un grande numero di professionisti – ha dichiarato Ghirlanda – e che ANDI aveva evidenziato in una lettera del  24 giugno u.s.”

Così come illustrato sul sito della Fondazione ENPAM (link): Il rinvio dell’adempimento riguarda sia i medici e gli odontoiatri soggetti ad Isa, ma anche coloro che non li applicano pur avendo un reddito al di sotto della soglia massima prevista.

Verranno dunque rimandati a settembre anche i professionisti con regimi forfetari o con la flat tax al 5 cento.

PER CHI NON VALE LA PROROGA

La scadenza rimane al 31 luglio, ad esempio, per i medici che fanno esclusivamente attività libero professionale intramoenia e per gli iscritti ai corsi di formazione in medicina generale.

Tendenzialmente, cioè, dovrebbe comunque compilare il modello D entro luglio chi ha diritto di pagare i contributi ENPAM al 2 per cento.

(Fonte ENPAM)