Convegno “Sindromi dolorose croniche in medicina e odontoiatria: una differenza anche di genere”

Convegno “Sindromi dolorose croniche in medicina e odontoiatria: una differenza anche di genere”

Secondo il rapporto …questo NON è AMORE 2019, presentato dalla Polizia di Stato, nell’82 per cento dei casi chi commette violenza su una donna “non bussa. Ha le chiavi di casa”. 
Nel mese di marzo 2019, in media ogni quindici minuti è stata registrata una vittima di violenza di genere di sesso femminile. 

Sono dati che ci ricordano, una volta di più, gravità e diffusione di questo fenomeno.

Purtroppo, spesso le donne non sono consapevoli di subire violenza, proprio perché nella maggioranza dei casi la subiscono all’interno della famiglia; e magari perché accecate da un sentimento che scambiano per amore. Dimenticano infatti che dove c’è violenza non può esserci amore: dove c’è violenza, bisogna invece riconoscerla e chiedere aiuto il prima possibile. 
Un aiuto in questo senso può venire anche dai dentisti, che – grazie alla specifica formazione ricevuta da ANDI – sono in grado di rilevare lesioni traumatiche, anche piccole, al volto e ai denti, e di identificarle come segnali di abusi che possono degenerare in atti di violenza più gravi. 
Grazie al Progetto “Dentista sentinella” e al protocollo siglato tra ANDI e Fondazione Doppia Difesa Onlus, oggi i dentisti possono aiutare tante donne ad aprire gli occhi e illustrare loro la possibilità di chiedere aiuto a chi offre sostegno legale e psicologico, avviando così un percorso di uscita dalla violenza. In questa iniziativa rientra anche l’opuscolo informativo disponibile presso gli studi dei soci ANDI.

Il prossimo 29 febbraio, a Padova, presso l’Accademia Galileiana di Scienze Lettere ed Arti, i contenuti del Progetto “Dentista Sentinella contro la violenza di genere e sui minori” saranno illustrati nel corso di una tavola rotonda nell’ambito del convegno “Sindromi dolorose croniche in medicina e odontoiatria: una differenza anche di genere”.