ANDI prende posizione sulla "QUERELLE" convenzioni

ANDI prende posizione sulla "QUERELLE" convenzioni

Il Presidente ANDI Ghirlanda: mettiamo a disposizione degli associati il nostro ufficio legale

Continuano ad arrivare segnalazioni da parte di molti studi dentistici convenzionati con il Fondo Sanitario Integrativo Previmedical relative a ritardati o mancati pagamenti delle prestazioni sanitarie eseguite su pazienti convenzionati.

Una situazione ormai divenuta insostenibile e ingiustificabile che sta mettendo in difficoltà finanziaria diversi professionisti. ANDI ha dunque ritenuto di dover intervenire in modo deciso e diretto, con una “messa in mora” ufficiale di Previmedical.

Parimenti, l’Associazione Nazionale Dentisti Italiani ha deciso di supportare i propri associati che, individualmente, volessero intraprendere un’analoga azione nei confronti del Fondo.
Si tratta di un necessario e dovuto intervento di ANDI per ribadire il rispetto del libero e diretto rapporto fra paziente e professionista che non può essere svilito dalle inadempienze di un terzo pagante né dalle regole da esso imposte.