A LUCCA I GIOVANI GUARDANO A CRESCITA E FORMAZIONE

A LUCCA I GIOVANI GUARDANO A CRESCITA E FORMAZIONE

Durante l’estate a Lucca, città raccolta nelle sue suggestive mura urbane, abbiamo deciso di abbracciare con entusiasmo il progetto “ANDI con i giovani” promosso dalla nostra Associazione Nazionale ed a cui hanno già aderito molteplici realtà locali. Partendo dalla considerazione che ANDI Lucca è seconda solo a Firenze a livello Regionale per numero complessivo di iscritti, il nostro Presidente Alessandro Biagioni insieme al Direttivo Provinciale hanno ritenuto opportuno creare uno spazio riservato a noi giovani under 35. Questo perchè noi giovani, come ovvio, siamo portatori di esigenze e sensibilità diverse dai nostri colleghi meno giovani.

 Noi siamo un gruppo eterogeneo di soci e amici, per lo più neoiscritti, che ha in sé il desiderio di crescere e formarsi con il supporto di ANDI Nazionale, la nostra struttura sindacale e di rappresentanza. La nostra neonata Sezione Provinciale è ad oggi l’unica in Toscana che non abbia la sede in una città universitaria come quelle di Pisa e Firenze, e proprio per questo vi è una sollecitazione ulteriore a dare continuità e concretezza alla formazione professionale, anche extra clinica, dei nostri iscritti. Come? Tentando di organizzare eventi culturali e sindacali che vadano il più possibile incontro alle esigenze di conoscenza che abbiamo su tutti i fronti. Tutto questo scaturirà dal confronto di idee all’interno del “gruppo”, ma anche e soprattutto dagli impulsi trasmessi da “ANDI con i giovani” Nazionale, oltre che dagli incontri a livello Regionale e interprovinciale.

Abbiamo in programma per i prossimi mesi l’organizzazione del I° congresso “ANDI con i giovani Lucca”, nel quale verranno trattate varie tematiche e al quale saranno sicuramente invitati a partecipare anche i soci under 35 (e non) di altre sezioni Provinciali, per condividere un momento che sarà senza dubbio fecondo di idee e progetti.

Per il futuro vi è la volontà di mettere in cantiere l’organizzazione di corsi pratici che rispondano al bisogno di affinare le nostre capacità e che vedano la partecipazione di docenti qualificati. L’obiettivo finale sarebbe quello, nel tempo, di creare una sorta di “pacchetto” di corsi per l’avviamento alla professione senza eccessivi sforzi economici post lauream, almeno per le discipline di base.

Vorrei anche sottolineare il mio impegno personale e la sensibilità di tutta ANDI Lucca verso le politiche di genere. Questo perché, grazie al rapporto di fiducia “medico-paziente”, anche durante l’attività libero-professionale possono essere percepiti segnali premonitori che spesso, per non reazione o mancata denuncia, sfociano nel tempo in atti di violenza più gravi. Di qui la necessità di formare i giovani odontoiatri su questa tematica, come già si sta muovendo l’Associazione Nazionale grazie al protocollo di intesa recentemente siglato da ANDI con Doppia Difesa, Fondazione che si occupa di aiutare chi ha subito discriminazioni, abusi e violenze.

La comunicazione sia degli eventi in calendario sia delle novità sia di quant’altro, verrà effettuata tramite Whatsapp ai singoli soci under 35 e tramite la pagina Facebook di ANDI Lucca, visto che questi si rivelano i mezzi più efficaci ed immediati nel catturare l’attenzione rispetto alla classica email che in pochi leggono, per mancanza di tempo, nella routine giornaliera.

Concludendo, mi sento di dire che la nostra ambizionein linea con il progetto Nazionale, è ovviamente quella di diventare un punto di riferimento e di supporto per la professione dei giovani odontoiatri della nostra Provincia.

Chiara Carrara
Coordinatrice ANDI Lucca Giovani